A casa come al bar: portabottiglie per tutti i gusti

Come organizzare e conservare i vini

Come scegliere i migliori portabottiglie per organizzare e conservare il vino al meglio? Te lo spieghiamo in questa breve guida, dedicata a tutti i tipi di ambienti!

Italia e vino è un binomio riconosciuto nel mondo. Siamo la terra del Prosecco e del Barolo, del Chianti e della Ribolla: ogni Regione ha le sue etichette preferite e i winelover diventano ogni giorno di più.

La crescita dei consumi domestici, trainata ancor di più dai lunghi periodi di lockdown, ha riguardato i nomi più blasonati tanto quanto i tradizionali vini da tavola. Immancabile quindi in casa il portabottiglie, per organizzare al meglio il vino e sfruttare efficientemente gli spazi.

Perché utilizzare un portabottiglie?

Non si tratta solo di estetica. Certo, un bel mobile bar nello stesso stile degli arredi dell’area living è un valore aggiunto non da poco. I portabottiglie in legno o in stile industriale sono parte delle tendenze arredamento ormai da anni, ad esempio, e non accennano a scomparire.

La funzionalità è però il fattore più importante. Un mobile porta vino permette infatti di posizionare le bottiglie correttamente, per una giusta conservazione.

I migliori portabottiglie permettono una collocazione orizzontale o leggermente inclinata: in questo modo il vino rimane sempre a contatto con il tappo, mantenendolo umido ed elastico. Il risultato? Un vino che “non sa di tappo” a causa di una conservazione errata. Questo fattore è particolarmente importante per le bottiglie con tappo in sughero.

Come scegliere il portabottiglie

La scelta dipende in prima battuta dallo spazio a disposizione, come per la maggior parte degli arredi.

Chi ha a disposizione un ampio salotto, un ripostiglio o la cantina, potrà dirigersi verso portabottiglie a colonna, in grado di contenere una collezione più ampia, oppure verso mobili bar, da abbinare a sgabelli alti.

Mobile bar Elton con portabottiglie e portabicchieri

Una soluzione elegante, per chi non ama i vani a giorno, è il portabottiglie chiuso: al suo interno è possibile collocare anche calici e spiriti di altro genere, che richiedono una posizione verticale.

Il portabottiglie a muro (o a parete) può essere scelto in diverse misure e diventa un vero elemento di arredo: può essere appeso in soggiorno, per mostrare la propria collezione agli ospiti, oppure in cucina, per un utilizzo più funzionale.

Portabottiglie Cru

portabottiglie da tavolo (da appoggio), sono infine una soluzione funzionale in termini di spazio: in poche decine di centimetri possono accogliere anche otto bottiglie. Il loro design può essere moderno o rustico, scelto in base allo stile dell’ambiente.

Stai cercando il portabottiglie perfetto? Scopri la nostra selezione!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ancora nessun commento.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta connesso con le novità dal mondo Bizzotto!

Privacy Policy

Copyrights © 2021 Bizzotto | All Rights Reserved | Privacy Policy

Precedente
Sdraio o lettino prendisole: guida alla scelta
A casa come al bar: portabottiglie per tutti i gusti