Come pulire lettini, sdraio e ombrellone a fine stagione

I prodotti e i consigli per una pulizia efficiente degli arredi outdoor

L'autunno è in arrivo e in molte regioni è giunta l'ora di chiudere per quest'anno ombrellone e lettini. Per mantenerli al meglio, senza rovinarli, è fondamentale una pulizia accurata: ecco alcuni consigli utili.

La pulizia, si sa, è un fattore fondamentale nella cura del mobilio: non solo per una questione salutare legata a polvere e batteri, ma anche per allungare la vita del prodotto proteggendolo dagli agenti esterni.

Per gli arredi outdoor questa necessità è primaria, perché gli eventi atmosferici possono creare macchie più evidenti e usurare il prodotto velocemente.

ombrellone a braccio 3x3 bianco roma di bizzotto
Ombrellone a braccio 3×3 bianco Roma

Come pulire l’ombrellone

L’ombrellone è uno degli arredi per giardino più esposti, soprattutto se utilizzato a bordo piscina (a causa del cloro) oppure in località di mare (per salsedine e sabbia). L’umidità rischia inoltre di creare muffa se il prodotto viene riposto in garage o cantina senza un’accurata pulizia.

Il primo passo è spazzolare a secco l’ombrellone, per rimuovere tutti i residui superficiali come terra, polvere e sabbia. Per questa operazione è sufficiente utilizzare una semplice spazzola per tessuti.

Successivamente si passa al lavaggio del telo, che può variare in base al tessuto scelto. Generalmente, se il prodotto è curato come si deve durante la stagione primaverile ed estiva, è sufficiente utilizzare una spugna morbida con acqua tiepida e sapone di Marsiglia o detergente con pH neutro.

Per le macchie è consigliabile utilizzare un panno in microfibra per non rovinare la trama del tessuto e strofinare il telo con una soluzione di acqua e aceto bianco. In ogni caso è sempre buona norma consultare la guida alla manutenzione del prodotto.

Per pulire la struttura dell’ombrellone il procedimento è lo stesso: anche in questo caso è consigliato utilizzare il materiale informativo ricevuto con l’acquisto, per evitare di danneggiare la colorazione superficiale. La differenza sostanziale è legata al materiale, soprattutto tra legno e metallo, che richiedono trattamenti differenti.

lettini prendisole Cleopas Bizzotto
Lettini prendisole con ruote Cleopas, in diversi colori.

Come pulire lettini prendisole e sedie sdraio

Il primo passaggio della pulizia delle sedute outdoor è lo stesso dell’ombrellone: con una spazzola a setole morbide è necessario eliminare tutti i residui polverosi. In alcuni casi, soprattutto per le sdraio, è possibile utilizzare anche l’aspirapolvere, per raggiungere tutti i piccoli angoli.

Il tessuto di lettini e sdraio è la discriminante quando si tratta di pulizia profonda: materiali tecnici come Textilene e Olefin richiedono solo un passaggio con acqua e spugna, mentre per altri sono necessari detergenti specifici.

Anche in questo caso è altamente consigliato consultare la guida alla cura del prodotto, per evitare scolorimenti o strappi nel tessuto (soprattutto se si usano detergenti troppo aggressivi).

E per rimuovere gli odori? Una soluzione di acqua e bicarbonato è l’ideale: oltre a igienizzare il tessuto li eliminerà completamente!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ancora nessun commento.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta connesso con le novità dal mondo Bizzotto!

Privacy Policy

Copyrights © 2021 Bizzotto | All Rights Reserved | Privacy Policy

Precedente
Come progettare un home office
Come pulire lettini, sdraio e ombrellone a fine stagione